Il nostro editore controlla come smettere di fumare. CE l’ha fatta!

Il nostro editore controlla come smettere di fumare. CE l'ha fatta!Il fumatore occasionale compra raramente un pacchetto, ma quando beve un drink ad una festa, cerca nervosamente i fumatori che potrebbero dargli una sorpresa. Lo conosci?

Il fumatore occasionale compra raramente un pacchetto, ma quando beve un drink ad una festa, cerca nervosamente i superoitalia.it fumatori che potrebbero dargli una sorpresa. Nieokazyjny non può immaginare un caffè o un’ora di pausa al lavoro senza una sigaretta. Condividono la stessa malattia che puo ‘ essere curata.

La maggior parte delle persone che fumano sigarette non vuole fermarsi, perché dicono che gli piace molto. Che dà loro piacere, dà un senso di relax, lenisce lo stress. Sono un po ‘ illusori in questo. Infatti-la nicotina colpisce fortemente i loro centri ricompense situati nel cervello e li fa sentire Temporaneamente meglio. Se non si accendono, il centro di punizione situato vicino al centro di ricompensa è attivato.

I fumatori diventano agitati, tristi, non riescono a smettere di pensare a una sigaretta. Per farli smettere di fumare, devono rendersi conto che non gli piace molto. Esempio? Se a qualcuno piace, per esempio, le caramelle gommose, e finisce improvvisamente alle 3 del mattino durante l’evento, chiamerà un taxi e andrà alla stazione di servizio più vicina solo per comprare un pacchetto di queste caramelle? Non credo proprio. Non e ‘ una questione di gradimento. I fumatori, purtroppo, sono semplicemente malati. Perché la dipendenza dalla nicotina è inclusa nel registro delle malattie, e la nicotina stessa è una sostanza psicoattiva, o una droga che ha un forte effetto sul sistema nervoso centrale. Per stimolare il suo centro di ricompensa e sopprimere il centro di punizione, un fumatore deve somministrare sistematicamente la nicotina.

Quindi non fuma solo quando è stressato o arrabbiato. Fuma anche quando è felice, perché ha fatto qualcosa (e io mi fumerò!), Quando mangia la cena (non è come una sigaretta dopo aver mangiato, è come un punto sopra i) quando è eccitato (vuole fumare), quando ha fatto il lavoro e voglio finalmente relax (una sigaretta per un fajrant) o quando mi incontro con gli amici (non c’è modo di fare un tubo), etc., etc. Non mi rendo conto che il fumo non dipende affatto dalle emozioni.Il suo cervello richiede un’altra porzione di nicotina ogni tanto, e le emozioni che lo accompagnano al momento sono diverse. Dopo l’accensione, prova piacere perché completa ciò che il cervello richiede. Ma stai attento! Quando la sigaretta è accesa, il fumatore sente lo stesso piacere nel centro premi come … un non fumatore! Raggiunge il suo livello di soddisfazione. Non ottiene niente di più da una sigaretta. Si ottiene solo molto meno, perché quando il livello di nicotina nel corpo diminuisce, l’umore diminuisce anche, è molto peggio che nella persona che non fuma. Ecco perche ‘ cerca di nuovo una sigaretta.

Fortunatamente, dopo un periodo di astinenza da nicotina, il cervello non richiede più di riempire il farmaco e poi l’espettore ricomincia a sentirsi come prima quando non conosceva il sapore della sigaretta. Non deve lasciare il pub in una fredda serata per uscire, e può volare molte ore senza pensare a quando finalmente sarà in grado di fumare.

NON SPAVENTARMI.

I fumatori sanno bene come il fumo influenza la salute, ma di solito confermano che moriranno comunque per qualcosa. Gambe cucite dopo l’intervento chirurgico, denti rotti, ferite a polmoni aperti, uomo inconscio tra le braccia del suo amato – queste immagini sui pacchetti di sigarette non fanno una grande impressione su di loro, perché la dipendenza è più forte. E ‘ così forte che nei negozi si vestono tra i pacchetti, scegliendo quelli che sembrano meno minacciosi o l’acquisto di imballaggi che coprono le foto terribili. Paradossalmente, la consapevolezza che essi rischiano la loro salute e persino la loro vita aumenta ancora di più lo stress, che spesso provoca … per bruciare ancora di più! La ricerca mostra che questo è ciò che accade nel Giorno del Mondo No-sigaretta.

Se la paura non funziona su di loro, cosa sarà più efficace?

Soprattutto, la consapevolezza che non perderanno nulla completamente, quindi non dovrebbero avere paura di smettere di fumare (basta pensare al tempo prima della prima sigaretta, per ricordare che a quel tempo non si sentivano peggio senza sigarette, anche bevendo il caffè del mattino o un drink alla festa). Andra ‘ solo meglio, ci guadagneranno in ogni campo della vita. E non devono avere una volontà molto forte, vogliono solo smettere. La forte volontà può essere aiutata, ma su questo in un momento :).

NON BEVO, TI DAREI

E ‘ solo una paura piuttosto buona. E non si tratta del fatto che non si ha nulla a che fare con le mani e iniziare incontrollabilmente, non sistematicamente snack (anche se accade comunque). La nicotina e le sostanze di catrame influenzano il livello di zucchero nel sangue – lo aumentano. Ecco perché quando si ha fame, ma si accende una sigaretta, la fame scompare (il corpo riceve un segnale sbagliato che si è appena mangiato qualcosa). Quando smette di fumare, lo zucchero nel sangue diminuirà (continua a essere normale). Questo aumentera ‘ l’appetito. Inoltre, la nicotina accelera il metabolismo. Questo significa che si può aumentare di peso dopo l’uscita, anche se si sta ancora mangiando la stessa quantità (non molto, perché 1-2 kg).

Ovviamente, questo non significa che tu debba farlo. Si può proteggere mantenendo costante lo zucchero nel sangue, mangiando cinque piccoli pasti al giorno, che avrà un basso livello glicemico (verdure, pesce, latticini, carne magra, noci). Inoltre, è possibile aumentare il metabolismo esercitando (30 minuti al giorno è sufficiente). Si può anche aiutare con farmaci prescritti farmaci farmaci non solo aiutare a sbarazzarsi della dipendenza, ma anche ridurre l’appetito.

LASCIARE IL DOTTORELASCIARE IL DOTTORE

Per anni, i ricercatori sono alla ricerca delle sostanze attive più efficaci che contribuiranno a liberarsi dalla dipendenza dal tabacco. Non c’è una terapia efficace che è perfetta per tutti, ma ci sono farmaci (prescrizione e over-the-counter) che facilitano notevolmente questo compito:

La citisina (come unica senza prescrizione) nota come Desmoxan o Tabex è una sostanza di origine vegetale (isolata dal Laburnum anagyroides). Si connette agli stessi recettori nel cervello della nicotina e, tra l’altro, non consente la caduta del glucosio nel sangue (aiuta a non aumentare il peso). Stimola il centro vasomotore, aumenta la secrezione di adrenalina e, allo stesso tempo, la pressione sanguigna.

Bupropione cloridrato (il farmaco: Zyban) è un farmaco antidepressivo che riduce anche l’appetito. Tuttavia, non può essere usato da persone che abusano di alcol (non si dovrebbe esagerare con feste durante la terapia) e assolutamente persone con epilessia e diabete, perché può aumentare il rischio di convulsioni.

Vareniclina (farmaco: Champix) – sintetizzatore basato su citisina. Si lega al recettore della nicotina e lo stimola, causando un rilascio parziale di dopamina. Il recettore legato alla nicotina è bloccato e non può essere stimolato dalla nicotina. Questo riduce la piacevole sensazione dell’effetto ricompensa dopo aver fumato una sigaretta.

La nicotina-donandola nella sua forma pura aiuta a cambiare l’abitudine al fumo e allo stesso tempo a controllare i sintomi della voglia di nicotina. Ci sono molte forme tra cui scegliere: gomma (Nicorette, Nicopass), fette (Nicorette, Niquitin, Nicopatch), lozenges (Niquitin), microtablets (Nicorette), inalatore e spray nasale.

INVECE DELLE DROGHE

Per quasi 50 anni, il lancio di Easyway Allen Carr è stato uno dei più efficaci al mondo (www.allencar.pl). In questo modo, molte stelle hanno smesso di bruciare, tra gli altri Anthony Hopkins, in Polonia: Kasia Nosowska, Kinga Preis, Kazimiera Szczuka. Come ti sembra? Ogni poche settimane, il sabato, le sessioni sono organizzate in grandi città polacche. Per partecipare, non dovete avere una forte volontà, tutto quello che dovete fare è smettere di fumare, niente di più. Per sette ore i fumatori possono conoscere il meccanismo della dipendenza e ottenere alcune semplici istruzioni che consentono loro di separarsi rapidamente ed efficacemente dalla sigaretta.

Per renderlo divertente: durante la sessione, possono fumare, ma di Ora in ora hanno sempre meno voglia di raggiungere per un’altra sigaretta. A quel tempo, il terapista (ex fumatore) fa smettere ai partecipanti alla sessione di avere paura di uscire da questa dipendenza. Piuttosto il contrario-smettere di fumare li rende felice e positivo atteggiamento alla vita (meraviglioso, giusto?). Improvvisamente, si rendono conto che le sigarette non danno loro nulla, e ricevono solo. Grazie a questo, la paura di buttarli scompare. E ‘ anche interessante che durante la sessione non si parli affatto di aspetti sanitari. Dopo tutto, i fumatori sanno cosa rischiano fumando.

TUTTI POSSONO NEROTUTTI POSSONO NERO

“Non ci sono casi senza speranza, Tutti sono in grado di uscire dalla dipendenza”, dice MD Dorota Lewandowska della clinica anti-fumo che opera presso il Centro Oncologico Dell’Istituto Maria Skłodowska-Curie. Un esempio è la sua paziente, una donna sola sulla sessantina. Molto malato: cancro al seno, aterosclerosi, broncopneumopatia cronica ostruttiva dovuta al fumo. Per 20 anni, non e ‘ nemmeno uscita da sola, le sigarette le compravano le sigarette. In ogni stanza aveva un paio di pezzi da avere sempre a portata di mano. E ‘ bruciata in ogni stanza mentre si muoveva. Quando i vicini si ribellarono e dissero che non avrebbero comprato piu ‘sigarette, Lei Ando’ alla clinica.